12 March 2019

articolo Fondazione Bietti La Fondazione G.B. Bietti per lo studio e la ricerca in oftalmologia, primo istituto monospecialistico di cura e ricerca oculistica in Italia, è nata nel 1984 per opera di alcuni allievi del professor Giovan Battista Bietti, qualche anno dopo la sua prematura scomparsa, con lo scopo di sviluppare e garantire elevati livelli di competenze e conoscenze in campo oftalmologico e di metterle a disposizione dei cittadini e del Ssn (Servizio sanitario nazionale). 

La Fondazione, nella persona del presidente, il professor Mario Stirpe, ha avuto un ruolo chiave nella definizione del problema del trapianto di cornea che, nel 1993, veniva ancora effettuato all’estero, con spese altissime da parte del Ssn. Nel giugno 1993, grazie a un’audizione alla Camera voluta dalla Fondazione Bietti, Stirpe ha discusso la necessità di un’immediata modifica della legge che, dopo solo due mesi, venne realizzata.

LA FONDAZIONE

La documentata attività clinico-scientifica di eccellenza e il riconosciuto ruolo nella comunità scientifica nazionale e internazionale hanno portato il Ministero della Salute a riconoscere la Fondazione Bietti, unico soggetto in Italia, come “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” (IRCCS) per l’Oftalmologia.

Solo l’anno scorso i medici della Fondazione hanno effettuato 41.367 prestazioni; il modello organizzativo della Fondazione si struttura sull’interrelazione tra aree distinte, ma tra loro connesse, in possesso di caratteristiche di eccellenza e di flessibilità. Ogni unità operativa è specializzata in un campo dell’oftalmologia e richiede una conoscenza approfondita dei meccanismi delle patologie degli occhi per lo sviluppo di nuovi approcci e metodi per la diagnosi e il trattamento. Le unità operative della Fondazione Bietti sono: glaucoma, segmento anteriore con annessi oculari, retina medica, retina chirurgica, oncologia e tossicologia oculare, neurofisiologia della visione e neuroftalmologia, oltre a laboratori di ricerca.

Grazie ai medici specializzati che operano all’interno della Fondazione, sono numerose le patologie curate: dalla cataratta al distacco della retina, dal glaucoma al trapianto di cornea, fino ai tumori oculari. La Fondazione promuove, tra l’altro, studi e iniziative nel campo dell’oftalmologia concernenti studi epidemiologici, di fattibilità, di attendibilità e di efficacia dei diversi momenti della prevenzione, studi fisiopatologici e clinici e ricerche volte alla conversione delle conoscenze scientifiche in tecnologia biomedica. Gli studi scientifici pubblicati dal 2005 al 2017 sono 873, suddivisi tra ricerche di laboratorio e sperimentazioni cliniche.

A ottobre 2018, inoltre, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale una delegazione della Fondazione, guidata dal presidente Stirpe. L’opera della Fondazione Bietti è possibile grazie al continuo supporto e sostegno della Fondazione Roma che ne permette la continua modernità tecnologica e formativa. 

[continua al leggere in PDF]