Come usiamo i fondi

La Fondazione Bietti è stata riconosciuta istituto di ricovero e cura a carattere scientifico con decreto ministeriale del 15 febbraio 2005, successivamente confermato tempo per tempo mediante stesso provvedimento. Per l’attività di ricerca scientifica la Fondazione riceve contributi sia da enti pubblici che privati.

Contributi in conto esercizio

Attualmente, i contributi di natura pubblica sono erogati dal Ministero della Salute, sotto forma di contributo annuale in conto esercizio per la ricerca corrente.

Fondazione Roma, socio di maggioranza della Fondazione Bietti, eroga un contributo annuale in conto esercizio a sostegno delle attività di ricerca (90% del contributo) e a copertura dei costi di struttura (10%).

Grazie ai contributi di cui sopra, la Fondazione copre i costi delle attività correnti legati alla ricerca, quali i costi del personale, acquisto di beni e servizi, noleggi e leasing, ecc.

Riguardo il personale, attualmente la Fondazione vanta n. 36 ricercatori, n. 20 tecnici di supporto alla Ricerca, personale amministrativo dedicato ed è impegnata su n.24   progetti ministeriali di ricerca. L’attività di ricerca scientifica dell’IRCCS Fondazione G.B Bietti ha portato alla pubblicazione in cartaceo e online di 115 pubblicazioni,  nel solo anno 2020, per un Impact Factor totale, calcolato con i nuovi parametri ministeriali, pari a 421 circa.

Sperimentazione clinica 

La Fondazione, in coerenza con la propria mission, svolge attività di sperimentazione clinica attraverso la stipula di specifici contratti con soggetti privati (Sponsor), che sotto la propria responsabilità, commissionano e/o finanziano una sperimentazione clinica. Attualmente,  sono attivi  n. 23 trial.

Contributi in conto capitale  

La Fondazione può usufruire di contributi in conto capitale, finalizzati all’acquisto di strumentazioni di ultima generazione, a scopi scientifici.

I contributi in conto capitale per l’acquisto di strumentazioni scientifiche possono essere erogati  dal Ministero della Salute, mediante partecipazione ad un bando; se vincitori, il Ministero finanzia in tutto o in parte l’acquisto della strumentazione.

Anche Fondazione Roma, negli anni, ha contribuito a finanziare acquisti, fino al 90% del costo, di importanti strumentazioni scientifiche.

Conto Capitale Ministero Salute (ultimo quadriennio) – NB: le date del Conto capitale si riferiscono all’annualità dei fondi del ministero, non indicano il periodo in cui è stato vinto il bando.

  • Piattaforma diagnostica digitale per la valutazione non invasiva in multifluorescenza integrata all’analisi dei flussi vascolari per le neoplasie oculari composto da: Sistema Hidelberg SPECTRALIS COMBO2 MC OCTA con i seguenti moduli: 1) Modulo SLO per IR-AF-FA-NIR-ICG-MULTICOLOR: 2) Modulo OCT 85000 Hz. ad alta definizione; 3) MODULO OCTA per Angio OCT Full Spectrum Amplitude Decorrelation (FSADA)
  • NGENUITY 3D VISION SISTEM
  • CIRRUS HD-OCT 5000
  • Microperimetro MP3 Nidek
  • Oftalmoscopio indiretto senza fili Vantage Plus a Led con batteria Slimline a litio e ricaricatore
  • Laser retinico PASCAL Synthesis 577
  • RETIMAX ADVANCED PLUS

La Fondazione Roma ha contribuito (fino al 90% del costo) a finanziare le seguenti strumentazioni (di seguito le più significative)

  • Microscopio operatorio Leica: costo complessivo 182.268. Contributo FR: 164.041,20
  • High Performance Liquid Chromatography (HPLC), costo complessivo 181.687,98. Contributo FR 163.519,57,
  • strumentazione “Tomografo/topografo/pupillometro SM39”, dal consto complessivo di € 73.200. contributo FR: € 63.000.
  • strumentazione EIBOS 2, costo complessivo 44.442,16. Contributo FR 30.964;
  • Laser Lightlas SLT Deux, dal costo di € 50.532,85. Contributo FR 45.119,57.

5×1000

In ottemperanza all’art.16 comma 5 del DPCM 23/07/2020  l’ IRCCS Fondazione G.B. Bietti per lo studio e la Ricerca in Oftalmologia – ONLUS  (C.F. 07864670588) pubblica l’ammontare dei contributi del 5 per mille incassati nel corso del 2020.

Di seguito la rendicontazione.